Il sindaco di Montecopiolo si è rimangiato la parola

Fiera di PuglianoIl Sindaco del Comune di Montecopiolo-Villagrande, Alessandro Nanni ha fatto promesse da marinaio e assieme a lui l’Assessore alla cultura Anna Rita Nanni. Questi signori negli incontri del 18 Ottobre 2008 e 14 Marzo 2009 con le delegazioni delle Associazioni animaliste, ENPA sezione Pesaro Altavalmarecchia, Animal Liberation Rimini, Associazione Sammarinese Protezione Animali (APAS) avevano assicurato l’approvazione di una proposta, che recepisse le normative europee e nazionali in materia di protezione animale e indicasse le norme di benessere specifiche, con particolare riferimento alle varie tipologie di animali da reddito, sulla base di  parametri etologici, per intervenire a norma di legge nell’esposizione degli animali alla Fiera di Pugliano. Si precisa che, sia il Sindaco che l’Assessore non solo avevano sollecitato le Associazioni a predisporre la proposta di regolamento, ma ne avevano assicurato la valutazione e l’accoglimento entro il 23 aprile u.s. prima insomma di entrare in clima elettorale.

Il documento, preparato con cura dalle suddette Associazioni e corredato di specifiche indicazioni etologiche fornite da un noto esperto dell’Università di Parma, è stato consegnato al Sindaco il 14 marzo u.s, quindi in tempo utile per una sua valutazione e approvazione. Nulla di tutto ciò è invece avvenuto, nonostante le promesse e le dichiarazioni di volontà!

A rallentare e complicare la situazione ci si sono messi anche i veterinari delle AUSL di Novafeltria e in particolare il Dott. Marini e il Dott. Vaccaro della AUSL di Macerata Feltria, che avrebbero dovuto integrare la proposta delle Associazioni con un documento tecnico, per conto dei relativi Servizi Veterinari, che non sembra essere mai pervenuto all’Amministrazione di Montecopiolo… nonostante i solleciti e le richieste di chiarimenti da parte della responsabile ENPA per l’Altavalmarecchia.

Le nostre impressioni? Essere stati presi in giro fino dall’inizio, nonostante le ammissioni da parte di Sindaco e Assessore di voler collaborare per migliorare a tutti gli effetti le condizioni degli animali. Pensiamo che l’Amministrazione uscente abbia volontariamente evitato di approvare il regolamento, per semplice scelta politica, per non inimicarsi certi elettori e tutte le componenti interessate come medici veterinari, allevatori, agenti delle forze dell’ordine, ecc, direttamente coinvolti in tutta questa faccenda. Insomma, abbiamo capito che dei box e dei recinti per i bovini, i suini, delle misure delle gabbie per i volatili, degli ombreggianti, del potenziamento dei punti di abbeveraggio, dei controlli della salute degli animali, ecc non interessa un bel nulla a nessuno, tanto meno al Sindaco Alessandro Nanni, che invece, in base al DPR 31/03/79 ha il compito di far rispettare le leggi a protezione degli animali.

Le scriventi Associazioni, per quanto amareggiate per l’incoerenza e l’insensibilità dimostrata dalla Giunta uscente del Comune di Montecopiolo-Villagrande, assicurano che non lasceranno perdere la questione e che riprenderanno con maggiore convinzione questa giusta battaglia di civiltà a favore degli animali non appena la nuova Giunta comunale si sarà insediata.

Maggio 2009

Il comunicato del 27 settembre 2008


Segnala questo articolo sui Social Networks
Google! Facebook! Twitter!

Una storia di cuore

Pubblicità progresso