Mese della prevenzione: visite gratuite per cani e gatti

Avete un gatto, un cane o un altro animale domestico? Per voi arrivano buone notizie: ben 3.330 strutture veterinarie hanno aderito a un’iniziativa volta a sensibilizzare i proprietari ad assumere un atteggiamento molto più responsabile nei confronti della salute e del benessere dei loro amici a quattro zampe, che tengono compagnia a milioni di italiani. Da oggi, infatti, in molte cliniche veterinarie sarà possibile farli visitare a titolo gratuito.

L’iniziativa, però, non è nuova: promossa dall’Associazione nazionale dei medici veterinari, Hill's Pet Nutrition, patrocinata del Ministero della Salute e della Federazione nazionale ordini veterinari italiani, è giunta quest’anno alla quinta edizione. Un dato positivo, tratto nel corso degli anni, riguarda il numero delle strutture che hanno aderito alla proposta: dalla prima edizione è aumentato notevolmente, fino ad arrivare a 3.330 strutture.

La campagna di sensibilizzazione sta dando i suoi frutti. La scelta del mese di marzo non è stata una casualità: quest’anno, infatti, marzo è stato definito il mese della prevenzione per gli animali, da qui l’idea di promuovere l’iniziativa nell’arco di questi 30 giorni. Accudire un animale che vive con noi significa farlo controllare non solo quando sta male, come si è soliti fare, bensì quando l'amico a quattro zampe sta bene, in modo da prevenire malattie come allergie o disturbi vari che, se trascurate, andando avanti sarebbero difficili da curare e potrebbero addirittura condurre a malattie.

Da un’indagine risalente a circa tre anni fa, è risultato che solo il 96% dei proprietari di animali domestici considera la prevenzione importante, mentre solamente il 25% consulta il veterinario per una visita preventiva. Il presidente dell’Anmvi, Associazione nazionale medici veterinari italiani, incoraggia l’iniziativa, affermando che la prevenzione veterinaria sia da considerare come un vero e proprio traguardo culturale a tre: veterinario, proprietario e animale.

È importante considerare che la prevenzione degli amici a quattro zampe è fondamentale non solo per il loro benessere, ma anche per la salute dell’uomo stesso che lo accudisce e per la relazione che si instaura fra animale e padrone: quest’ultimo, infatti, deve essere a conoscenza del fatto che, sin dal primo momento in cui decide di comprare un animale, è tenuto a rispettare i suoi diritti e a salvaguardarne la salute. È importante, quindi, ricordare che la prevenzione, per gli uomini così come per gli animali, inizia proprio quando si è sani.

Barbara Fanelli - Barimia


Segnala questo articolo sui Social Networks
Google! Facebook! Twitter!

Una storia di cuore

Pubblicità progresso