Chiude Morini, salvi i beagle

Per anni al centro delle proteste degli animalisti, cessa l'attività l'allevamento di S. Polo specializzato in animali da laboratorio. 283 cani acquistati dal Comune e ceduti a un'associazione di Milano.

Un accordo tra Giovanna Soprani, titolare dell'allevamento Morini, e il sindaco di San Polo, Mirca Carletti, scrive la parola fine sulla vicenda dei cani beagle che per anni ha suscitato proteste, anche a livello nazionale, presidi, scontri, violente polemiche nel mondo degli animalisti e tra le associazioni che si battono per la difesa degli animali.

L'allevamento Morini cessa l'attività e l'area sarà oggetto di riqualificazione urbanistica. I beagles rimasti, che sono 283, sono stati acquistati a prezzo di mercato dal Comune, insieme a circa 700 cavie da laboratorio. Verranno trasferiti a Milano e ceduti gratuitamente all'associazione di volontariato “Vita da cani”, che fa parte dell'OIPA, l'Organizzazione Internazionale per la Protezione degli Animali.

Info alla pagina http://www.oipaitalia.com/vivisezione/notizie/chiudemorini.html

Fonte: NewsLetter OIPA



Segnala questo articolo sui Social Networks
Google! Facebook! Twitter!

Una storia di cuore

Pubblicità progresso