Un altro cane avvelenato in zona Montecarlo a Murata!

bocconi_3.jpgSan Marino, 20 Aprile 2011 - E' di poche ore fa la notizia che anche nella mattinata di oggi mercoledì 20 aprile, si è verificato un nuovo caso di avvelenamento di un cane, portato a passeggio in località Montecarlo-Murata, nonostante l’apposizione di un cartello ben visibile collocato nella serata di ieri da parte dei volontari dell’APAS e di un accorato appello scritto su un altro cartello da parte di una cittadina che tristemente nella giornata di sabato scorso ha subito l’avvelenamento a morte delle sue due amata cagnoline! Il povero cane è ora ricoverato presso un ambulatorio veterinario e sembra si possa salvare, ma ci si chiede come mai nonostante la situazione di allarme, continuino questi gravi episodi di attentato alla vita ai danni degli animali da compagnia e di certo di tanti animali selvatici, che mangiate le esche, muoiono con straziante agonia nel bosco?

L’APAS è indignata per l’indifferenza e la mancanza di tempestività e coordinamento mostrata in questo grave frangente dalle istituzioni e dai vari corpi di polizia, che fino dalle prime denunce avrebbero dovuto intervenire congiuntamente per attivare indagini a tappeto, richiedendo nel frattempo ai competenti uffici, la rimozione delle esche avvelenate dai luoghi incriminati.

L’Associazione Sammarinese Protezione Animali, attraverso la collocazione di appositi cartelli, e volantini, tramite il proprio sito internet e col passaparola, sta facendo tutto il possibile per avvisare i cittadini a non portare a passeggio i cani nelle zone a rischio, ma si aspetta che le istituzioni mettano in sicurezza questi luoghi e che soprattutto vengano catturati e perseguiti colui o coloro che da settimane stanno seminando morte e paura e terrorismo nel territorio, attentando altresì alla libertà e alla sicurezza dei cittadini stessi.

L’Ufficio Stampa APAS


Segnala questo articolo sui Social Networks
Google! Facebook! Twitter!

Una storia di cuore

Pubblicità progresso